Deus ex machina

Qasim

Turno I

Dopo l’iniziale eccitazione per il salvataggio, il ritorno a Yushan e la ricapitolazione degli eventi, Qasim si è rinchiuso in un insolito e ostinato silenzio, sempre più completo via via che passavan il tempo.
Ha mostrato deferenza e rispetto per Lytek, ma durante il breve incontro con Ayesha Ura non si è neppure presentato.
Solo in due occasioni è stato visto parlare, a lungo, con qualcuno. Prima con Rosamunda, che forse intendeva rimproverarlo per il suo comportamento, e che lo osserva con crescente preoccupazione.
Poi, con suo fratello:
“Condivido la tua impazienza, fratello mio. O forse sarebbe più giusto dire che la mia pazienza è finita.”
E poi, bisbigliando:
“Un tempo avrei trovato più semplice accettare che dietro a tutte queste macchinazioni ci fossero intenzioni meritevoli. Avrei riconosciuto questa alleanza, se mi fosse stato offerto lo status di alleato e non quello di servitore di piani sconosciuti. Sulla base di cosa dovrei giudicare che la strada che vogliono percorrere è la stessa che intendo seguire io? Solo perché ci salvano? Perché non ci ammazzano? Se è per questo, neppure Maschera degli Inverni lo ha fatto, e non per questo sono disposto a mettermi al suo servizio. Questa fazione sta giocando una partita di cui noi siamo oggetto. Crescono in potere e influenza mentre noi restiamo degli irrilevanti sconosciuti che vanno in giro per gli oceani a riparare lenti della prima età. La mia anima brucia, Nari, e mi dice con tutta la sua forza che non possiamo permettere che siano loro, gli uni o gli altri non ha poi così grande importanza, a plasmare il mondo che verrà dopo. Non riesco a togliermi dalla mente l’idea che tutto quello che è successo sia in realtà, prima di tutto, colpa loro….”
Il discorso viene interrotto dall’ingresso del messaggero.
“Ora vedremo se questa è o non è la nostra guerra.”

Comments

Qasim

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.